MIzuna la senape giapponese

Mizuna, la senape giapponese

Adoro andare nei mercati degli agricoltori, scoprire verdure nuove, locali od esotiche ma coltivate in zona.

Ogni volta che “fiuto” qualcosa di nuovo, mi fermo e acquisto subito, magari chiedendo qualche consiglio all’agricoltore o al commerciante.

La mia ultima scoperta è la Mizuna o senape giapponese. Una pianta dall’aspetto e dal sapore simile alla rucola. Ovviamente sono andata subito alla ricerca di tutte le sue proprietà e dei modi in cui consumarla e ora voglio parlarvene.

Proprietà

Questa straordinaria pianta, che dall’aspetto sembrerebbe un’insalata appartiene in realtà alla famiglia delle Brassicacee, alla quale appartengono anche cavoli, broccoli, cavolfiori o il pak choi, che come già sapete sono ottimi alleati della nostra salute. Anche la Mizuna è ricca di fibre, vitamine e sali minerali, ma andiamo a scoprire i più importanti.

Ricchissima di antiossidanti

Gli antiossidanti sono delle sostanze che aiutano il nostro corpo ad eliminare i radicali liberi e quindi proteggono, per quanto possibile, il nostro corpo dal naturale invecchiamento e quindi dalle malattie.

Ricca di vitamina K, C e A

La vitamina K è fondamentale per la salute delle nostra ossa, bilancia infatti il contenuto di calcio e ne permette l’assorbimento. È importante anche per la coagulazione del sangue.

La vitamina C ci protegge dai malanni di stagione e ci aiuta in una rapida ripresa, soprattutto per quanto riguarda malanni dovuti a raffreddori, bronchiti ecc..

La vitamina A è favolosa per quanto concerne la vista, per proteggerla e rafforzarla.

Stagionalità della mizuna

La senape giapponese si può trovare più facilmente tra la fine della primavera e l’estate, è però molto semplice da coltivare, anche a livello casalingo, quindi è facile reperirla tutto l’anno. Io l’ho provata per la prima volta a fine Novembre.

Come si cucina?

Anche se la prima volta che l’ho acquistata mi era stato detto di mangiarla cruda non mi fidavo del tutto, soprattutto quando ne ho assaggiato la prima volta per scoprire bene il sapore, un sapore forte, leggermente pungente, molto più forte della rucola.

Nonostante questo ho fatto una prova e devo dire che una volta lasciata una decina di minuti con il condimento il sapore è nettamente migliorato, e anzi mi è piaciuta tantissimo.

Potete però anche saltarlo in padella pochi minuti con aglio e zenzero, e usarla poi come condimento per la pasta oppure farci una frittata, sia in padella che al forno.

Insalata di muzuna e funghi champignon

Insalata di mizuna e funghi
Insalata di mizuna e funghi

Per due o tre persone

Ingredienti e procedimento

  • Due mazzi di mizuna
  • Una decina di funghi champignon freschissimi
  • 2 cipollotti o mezza cipolla di tropea
  • Olio evo qb
  • Sale qb

Per prima tagliate a rondelle sottili i cipollotti o la cipolla di tropea, metteteli in una ciotola e aggiungete olio e sale, mischiate molto bene e lasciate riposare 10 15 minuti. Nel frattempo lavate e asciugate la mizuna. Tagliatela in due o tre parti eliminando il gambo centrale duro. Lavate e asciugate i funghi poi tagliateli a rondelle sottili. Unite tutti gli ingredienti in una ciotola, mischiate bene, aggiustate di sale e lasciate riposare per alcuni minuti. Ricetta pronta per essere gustata.

Non vedo l’ora di preparare altre ricette con questa pianta orientale, di volta in volta le aggiungerò qui! Voi nel frattempo se la scorgete al mercato, non siate diffidenti, prendete e provate! Non vi pentirete.

 

A cura di Laura Roselli


Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

author
Di Sano Bio e Gluten Free
Le ultime ricette
Asparagi in crosta di saraceno senza glutine
Parmigiana light con primo sale di capra
Biscotti al vapore senza glutine e senza lattosio
Gli ultimi articoli

Realizzazione siti web SH Web - 2020