Pesto a ridotto contenuto di lattosio

Pesto a ridotto contenuto di lattosio

A fine estate c’è un rito che ormai avrà dieci anni.

Mi metto a raccogliere tutto il basilico che ho piantato prima che sopraggiunga il freddo, lo raccolgo lentamente sentendo il suo profumo e questo mi rilassa tantissimo.

Metto da parte i semi per la primavera e poi mi metto a lavare e asciugare tutto il basilico raccolto.

Un pesto con tantissimo basilico.

La mia ricetta non è la classica ricetta del pesto genovese, quindi non me ne vogliano i puristi ma io devo fare i conti con il mio stomaco e le mie intolleranze.

Il mio pesto è a ridottissimo contenuto di lattosio, con in proporzione tanto basilico, aglio, pinoli e un buon olio di oliva spremuto a freddo.

Uso solo il grana stagionato almeno 30 mesi, che ormai si sa, ha un ridottissimo contenuto di lattosio,

Un pizzico di sale e il gioco è fatto.

Non uso il mortaio ma il Moulinex Companion( va benissimo anche un frullatore) e poi, dopo averne fatta una piccola scorpacciata lo suddivido in vasetti e lo surgelo in mono porzioni, quindi due/tre cucchiai di pesto per vasetto.

In questo modo ho un condimento veloce e sano che posso usare anche se sono a casa a pranzo da sola, senza stare a faticare troppo. Lo tiro fuori la sera dal congelatore e lo passo in frigo.

Ottimo anche per condire delle bruschette. Su questo pane qui sta benissimo. Il sapore rustico del pane integrale senza glutine infatti ben si abbinato a questo pesto super profumato.

Pane integrale senza glutine

Pane integrale senza glutine

Le dosi che troverete sotto sono per 5/6 vasetti monouso.

La dose dell’olio è indicativa dei miei gusti, tu puoi rendere più liquido il pesto oppure anche più granuloso e compatto.

Ora ti lascio alla ricetta del mio pesto spero ti piacerà 🙂

A cura di Laura Roselli