Cassoni romagnoli senza glutine e senza lattosio!

Quando si parla di cassoni romagnoli ogni ragazzo della mia zona, penserà subito alla nonna in cucina con grembiule sporco di farina, mattarello, ripiano per stendere, passata, mozzarella ed erbette a volontà ben pronte ad essere usate.

Poi sempre, ma dico sempre, comparivano in tavola rucola, stracchino e affettati come se non ci fosse un domani, perché ovvio, se c’è l’impasto da cassone non la vuoi fare anche la piadina?

Cene interminabili e tutt’altro che leggere ma buone e molto divertenti.

Ora, nonostante il mio stile alimentare sia parecchio differente, non rinuncio a farmi qualche piadina e qualche cassone ricco di ripieno.

Cassoni romagnoli senza glutine vegan

Cassoni romagnoli senza glutine vegan

Il ripieno

In questa ricetta ho fatto i miei due cassoni preferiti: quello rosso e “mozzarella” e quello con le bietole.

In realtà il cassone “verde” (cioè a base di verdure) che preferisco è quello con le rosole, credo che il termine sia della zona e non so come si chiamino in italiano, ma visto che non è stagione ho optato per le ben più comuni bietole.

Le dosi che vi lascio sono per due cassoni medi, l’impasto è lo stesso della piadina di riso integrale di cui vi lascio il link QUI

Ricordate sempre una cosa: Il cassone si cuoce come la piada, a velocità supersonica, quindi bastano al massimo 5 minuti a fiamma alta.

Per il resto non servono tanti accorgimenti! La ricetta dei cassoni romagnoli senza glutine è molto semplice da preparare ma soprattutto è sana e buonissima!

 

A cura di Laura Roselli

Nb. Le parole in grassetto sottolineate contengono dei link ad altre ricette o ingredienti, cliccateci sopra per scoprirle.