Il cavolfiore glassato è una ricetta di chiara ispirazione orientale che mi ha veramente conquistata, un modo tutto nuovo per portare in tavola un ortaggio ricco di sostanze nutritive fondamentali.


 Devo dire che è una ricetta che è piaciuta a tutti in casa anche a chi non ama particolarmente  il cavolfiore.

 Molto semplice da preparare si abbina ad altri piatti d’ispirazione orientale oppure semplicemente come contorno per carne o pesce.

 Io amo mangiarlo semplicemente accompagnato con del riso integrale. 

 Non tutti riescono a digerire bene cavoli e cavolfiore, in passato anche io avevo questa difficoltà, ma ho riscontrato dei grandi benefici se abbinato per esempio a dell’aceto di mele oppure a spezie come lo zenzero.

  In  questo caso ho utilizzato l’aceto di mele.

 Il gusto di questa ricetta è veramente un qualcosa di particolare a cui non siamo di sicuro abituati. Il sapore della  salsa tamari (Che è semplicemente la salsa di soia naturalmente senza glutine) si fonde alla perfezione con quello dell’aceto, dell’olio di sesamo, e dello sciroppo d’acero

 A completare il tutto ci sono i semi di sesamo tostati e del prezzemolo fresco.

Cavolfiore glassato

Cavolfiore glassato

 Credetemi pochi semplici passaggi porteranno in tavola un contorno veramente squisito che piacerà a tutti

  Vi lascio due link dove potete trovare altre ricette di ispirazioni giapponese e cinese che potete abbinare a questa ricetta ma ricordatevi che è perfetta semplicemente anche come contorno ad un cereale oppure ad una semplice fettina di pollo.

Tofu croccante (vegan)

TUFU CROCCANTE SENZA GLUTINE

 

 

 

 

 

Katsudon 

Ricetta katsudon al forno

Varianti e consigli

Gli ingredienti per la salsa sono la soia, che ovviamente andrete sostituire con la salsa tamari qualora siate intolleranti al glutine, lo sciroppo d’acero, che potete sostituire con miele,  se non siete Vegan o altri dolcificanti affini come il malto d’orzo, agave eccetera

 Per quanto riguarda l’olio vi consiglio l’olio di sesamo che ha un sapore affumicato che sta benissimo in questa ricetta Ma se non lo avete e non lo volete acquistare appositamente va benissimo l’olio di semi di girasole o di arachidi.

Per quanto riguarda la cottura è importante secondo me passarlo prima al forno, in questa maniera diventerà croccante e perfetto per essere ripassato in padella con la salsa. Se volete potete anche cuocerle al vapore ma il risultato sarà più morbido e meno goloso.


Ora vi lascio alla ricetta del cavolfiore glassato, con la lista di ingredienti e il procedimento passo passo.

A cura di Laura Roselli