Una crema di patate dolci con speck e una spolverata di profumata erba cipollina

Con questo freddo una coccola che nutre e riscalda.

Una golosa minestra naturalmente senza glutine e piuttosto sostanziosa.

Dal sapore nordico e con i dadini di speck che danno un retrogusto affumicato e concreto a questa crema.

Ma può anche diventare un goloso antipasto.

Servita in dei bicchierini o in ciotoline di coccio e decorata con erba cipollina fresca.

Un inizio con il botto per una cena importante e sofisticata.

Anche perché la patata dolce non è ancora tanto conosciuta e quindi risulta ancora una piacevole sorpresa!

Ma se non vi piace la patata dolce?

Beh la potete tranquillamente sostituire con una patata normale, a pasta farinosa.

patata-dolce

Perchè uso la patata dolce?

Beh innanzitutto non è propriamente una patata ma una radice tuberosa, che viene coltivata anche in Italia.

Per questo motivo è anche concessa nella paleodieta.

Se non conoscete questa dieta vi consiglio di leggere il mio articolo cliccando qui –> Paleo

A differenza della patate normali è molto ricca di manganese, potassio, fibre e vitamine ma ha un indice glicemico piuttosto alto quindi non è molto idoneo per chi soffre di diabete o per le persone molto in sovrappeso.

All’interno del sito troverete anche altre ricette che utilizzano la patata dolce…tra cui il Purè  e una ricetta di pesce: Orata e gamberetti con patata dolce.

Per i paleo e intollerante ai latticini:

Potete usare la panna di mandorle oppure se intolleranti quella di riso.

Se decidete di omettere la panna vi consiglio di cuocere le patate nel brodo di carne. Gli conferirà più sapore.

I dadini di pane sono opzionali, io ho utilizzato del pane senza glutine abbrustolito al forno, voi potete sostituirli con qualcosa che conferisca croccantezza. Le mandorle a lamelle per esempio non ci stanno male.

Ora vi lascio a questa ricetta facilissima e come sempre vi auguro buon appetito.

 

A cura di Laura Roselli