Oggi vi voglio presentare la Galette Bretonne, una crêpe tipica della zona nord della Francia, che ho assaggiato per la prima volta diverso tempo fa a Parigi, in un viaggio in solitaria che ho apprezzato tantissimo.

Si dai, voglio parlarvi brevemente anche di questo, perché nella città più romantica del mondo, io ci sono stata da sola, nonostante avessi un compagno (che per motivi di lavoro non poteva seguirmi) ed è un viaggio che mi è rimasto nel cuore.

E vi devo dire la verità: non mi sono mai sentita sola o fuori luogo!

Parigi è una città cosmopolita, dove mi sono potuta muovere con incredibile facilità, dove ho assaggiato piatti nuovi, visitato musei pazzeschi e luoghi per me di una certa importanza sentimentale, camminato in vicoli romantici con coppiette che si sbaciucchiavano e io ero felice e per nulla in soggezione.


Quindi se sei single o hai voglia di un piccolo viaggio in solitaria, non farti remore, Parigi secondo me è un viaggio da single! 😀

Naturalmente senza glutine!

Ma torniamo alla galette bretonne e alla sua ricetta!

Questa crêpe viene servita con farciture salate, la più tipica è senza dubbio quella con formaggio, prosciutto cotto, funghi e uovo. Ovviamente voi potete variare la farcitura.

Per esempio al posto del grana stagionato (a ridotto contenuto di lattosio) potete usare formaggi morbidi senza lattosio oppure di riso o soia, al posto del prosciutto potete utilizzare affettati vegetali o altre verdure.

Quindi potete rendere la vostra ricetta vegetariana semplicemente con un pochino di fantasia!

Per realizzare la ricetta totalmente vegan bisogna proprio modificare la crêpe quindi, nel caso fatemi sapere se la cosa può interessarvi.

La base comunque non è solo priva di glutine ma anche di lattosio perché ho utilizzato un latte vegetale.

Galette bretonne.

Galette bretonne.

La farina di grano saraceno

Voglio specificare, perché è molto importante, che sarebbe bene utilizzare la farina di grano saraceno fine, non quella con i pezzettoni scuri, che è più delicata di sapore. Per renderla ancora più leggera io ho usato anche la fecola di patate ma va benissimo anche l’amido di mais.

La cottura

Si può tranquillamente dire che ho dissacrato il piatto simbolo della francia, la crêpe, cuocendola sulla teglia della piadina, voi potete usare la crepiera o una padella antiaderente con i bordi rialzati piuttosto ampia.

Per stendere l’impasto o vi comperate l’apposito strumento oppure vi aiutate roteando la padella o come nel mio caso usate una spatola da impasto. Nel video si vede bene! Si lo so…sembra assurdo ma alla fine perché spendere quando si può fare con quello che si ha?

Fatemi sapere se farete la ricetta e con cosa la farcirete!

Nel frattempo vi auguro buon appetito 🙂

 


A cura di Laura Roselli