Gnocchi di castagne, un sapore unico, inconfondibile e veramente ottimo.

Se l’autunno è ormai arrivato noi non possiamo fare altro che accoglierlo a braccia aperte e assaporarne tutti i suoi frutti . Primo fra tutti ovviamente, la castagna.

Con questa ricetta dalla preparazione semplice potrete portare in tavola un piatto che non tutti conoscono ma che … “ne vale la pena”. Non vi occuperà tantissimo tempo e potrete gustare un primo diverso dal solito. Soprendendo, perchè no, anche gli invitati più difficili.

L’ingrediente base è la farina di castagne che conserva tutti i valori nutrizionali del frutto di origine.

Lo sapevate che in antichità questa farina veniva usata soprattutto durante i primi tempi della gravidanza per prevenire eventuali aborti o per chi aveva il ciclo abbondante?

In più è utile nei casi di tosse o problemi ai polmoni.

Noi qui la usiamo perchè è una farina ricca di vitamine, ricca di sali minerali: potassio, fosforo, magnesio, ferro e perchè è naturalmente priva di glutine.

Ma torniamo a questa ricetta favolosa.

L’unica raccomandazione che posso darvi è quella di tenere a portata di mano della farina di castagne supplementare per la lavorazione sulla spianatoia. In più quando create i vostri gnocchetti lasciateli distanti uno dall’altro per evitare che si attacchino.

  • Il condimento che posso suggerirvi è quello burro e salvia: basta lasciare insaporire la salvia nel burro riscaldato in padella oppure una fonduta di formaggio.
  • Altro condimento che io adoro è doppia panna e funghi…al quale dedicherò la ricetta per intero.

I gnocchi si possono surgelare?

Certo,senza problemi.

Se li surgelate crudi: usate un poco più di farina nell’impasto per evitare che si sfaldino in cottura e quando li mettete in frigo disponeteli in un grosso recipiente ben distanziati tra loro. Trascorso il tempo necessario trasferiteli in dei sacchetti con su scritto la data di quando li avete fatti. Vanno consumati entro tre mesi.

Se li surgelate con il condimento: procedete come da ricetta e poi  lasciare raffreddare. Metteteli in dei contenitori appositi in stagnola e scrivete anche qui la data di preparazione. Quando li vorrete gustare basterà toglierli dal freezer e trasferirli in frigo il giorno prima e poi saltarli in padella o scaldarli come più desiderate.

Buon appetito e buon divertimento 😉