Grissini al grano saraceno e riso.

Sfiziosi e leggeri sono l’accompagnamento ideale per pranzi e cene oppure da stuzzicare quando più ne abbiamo voglia.

Croccanti e ancora più appetitosi grazie all’aggiunta del sesamo che gli conferisce un gusto leggermente affumicato.

Molto carini da presentare a tavola magari legati con del filo da cucina o un nastro, possono diventare un elegante segnaposto.

E che ne dite di regalarli?

Già…perchè solo dolci?

Una bel sacchettino trasparente e un fiocchetto et voilà il gioco è fatto.

Uno sfizioso e stuzzicante regalo Homemade fatto con amore.

E se volete crearne di ancora più carini?

Suddividete l’impasto in varie palline e aggiungete un cucchiaio di carbone vegetale ad uno e un cucchiaio di curcuma ad un’altro.

Avrete così dei grissini aranciati e neri.

Allegri ed eleganti.

Se volete osare ancora di più aggiungete al posto del normale sesamo, il sesamo nero, oppure i semi di papavero, di lino o di chia.


Con poco sforzo otterrete un qualcosa di veramente carino.

Tutti potranno gustare questi grissini buonissimi e nemmeno si renderanno conto che sono gluten free.

Un consiglio.

Se il sesamo non si attacca spennellateli con dell’acqua. Attendete qualche minuto e riprocedete.

Attenti alla cottura.

Controllate spesso guardando oltre il vetro che i vostri grissini non si dorino troppo.

Breve storia del grissino

Ma lo sapete che il grissino fu inventato per un re?

E che la sua invenzione fu tutta italiana, torinese per l’esattezza?


Fu infatti inventato nel 1679 per il futuro re Vittorio Amedeo II che non riusciva a digerire la mollica del pane!

Tra i suoi estimatori più accaniti Napoleone Bonaparte che se ne faceva portare tantissimi in Francia.

Chissà…magari avrebbero apprezzato anche i miei. Anzi sono sicura che Amedeo avrebbe risolto tutti i sui problemi ;D

 

Buon appetito a tutti! 🙂

 

A cura di Laura Roselli