Conoscete il Gulash ungherese? Un piatto buonissimo …io però oggi vi voglio proporre una versione differente, il Gulash di patate dolci!

Si perchè il vero Gulash che è una zuppa tipica dell’Ungheria ha tantissime imitazioni in Europa e nel mondo intero.

La mia versione è molto più leggera, vegan, ma comunque calda e saporita.

Tantissimi anni fa, all’università, ebbi la foruna di mangiare il gulash originale grazie all’amicizia con un ragazza italo ungherese.

Me lo preparò la sua nonnina, e rimasi incantata nel vederla cucinare questo piatto.

Le sue mani rugose, i movimenti lenti, il caldo della casa e del camino. dsc04668

Ricordo quel giorno come fosse ieri. Quei momenti sapevano di storia, fatica e saggezza, di una vita intera e di tradizioni così lontane dalle mie.

Ma torniamo a noi e a questa versione.

Ho utilizzato le patate dolci americane per dare un sapore più particolare alla mia zuppetta. Con questo tipo di patata la ricetta è decisamente più leggera e digeribile.

Vi faccio notare che non è la classica batata arancione, ma è bianca, è un tipo di patata dolce che ha un retrogusto di castagna! Molto buona e se seguite la dieta paleo ugualmente ammessa.

Le patate dolci vengono ormai coltivate da diverso tempo anche in italia e sono veramente buonissime.

L’ingrediente fondamentale è la paprika dolce che non è piccante, quindi non temete nell’abbondare e se volete potete aggiungere anche un pizzico di cumino.

Ora vi lascio agli ingredienti e alla preparazione di questo piatto cruelity free 😀

Questa ricetta è ottima come contorno ma anche come piatto unico accompagnato da una buona piadina fatta in casa.

Per rimanere in tema potete provare la piadina con patate dolci oppure la piadina di farina di riso integrale

Piadina di patate dolci. Vegan e senza glutine

Piadina di patate dolci. Vegan e senza glutine

A cura di Laura Roselli

Nb. Le parole in grassetto sottolineate contengono dei link ad altre ricette o ingredienti, cliccateci sopra per scoprirle.