Continuano le mie scoperte culinarie, soprattutto vegetali devo dire, con questa meravigliosa insalata di barattiere.

Qualche giorno fa avevo delle commissioni da fare a Riccione, quindi munita di mascherina e guanti ho fatto tutto quello che dovevo e poi mi sono fermata a fare la spesa in una frutta e verdura del centro, in cui vado raramente, ma che ha sempre qualche chicca.

Nemmeno a dirlo mi sono imbattuta in questo cetriolo tondo, mai visto prima, che il negoziante assicurava essere “la cosa più buona che avesse mai mangiato”.

Ma del resto lui lo dice di tutto quello che ha in negozio!

Provate a chiedergli “questi funghi champignon come sono?” Lui vi risponderà “Sono la cosa più buona che io abbia mai mangiato, provare per credere!”

La prossima volta provo a fare lo stesso con il prezzemolo, voglio vedere se ci casa 😀

Chiamatelo il barattiere

Comunque questo cetriolo è veramente molto buono anche se a dire il vero, non è proprio un cetriolo, ma un incrocio spontaneo tra un cetriolo e un melone.

Già, un incrocio spontaneo e ben riuscito, fresco come il cetriolo, ma con una leggera nota dolce presa dal melone. Devo dire anche molto più digeribile del cetriolo tradizionale, almeno per me.

Viene dalla Puglia, prevalentemente dalla Puglia meridionale e, breve accenno di storia dovuto, si chiama Barattiere perché era il soprannome del primo contadino che si mise a coltivarlo, un certo Leonardo Pinto.

Mi è piaciuto tantissimo.

Se come me vi troverete spaesati di fronte  a cotanto cetriolo o cucumarazz (come lo chiamano in Puglia), probabilmente sono queste le domande che vi farete…

Insalata di barattiere o melone immaturo

Insalata di barattiere o melone immaturo

Insalata di barattiere o melone immaturo

Insalata di barattiere o melone immaturo

Come si pulisce? Come si mangia? Come si cucina?

Andiamo con ordine.

Si pulisce eliminando la buccia, si taglia in due e si eliminano i semi centrali.

E poi? E poi lo potete mangiare in totale semplicità, così com’è, oppure in insalata, un’insalata super ricca, come quella che vi propongo e che mi è stata suggerita da una ragazza su Instagram, che anche qui ringrazio: Grazieeee!

Oppure più leggera, con della lattuga, cipolla di tropea, olio, sale e limone (o aceto).

Questa favolosa insalata di barattiere può essere tante cose.

Un favoloso antipasto. Piccole porzioni, servite in un piattino, possono deliziare i vostri amici, che magari non hanno mai assaggiato questo cetriomelone.

Un piatto unico. Da mangiare nelle calde giornate estive, da portare in ufficio o al mare nella schiscetta. Se non siete vegan potete aggiungere tonno, feta oppure per rimanere leggeri e cruelity free, del tofu leggermente rosolato in padella! Top!

Come insalata di contorno. Magari per accompagnare dei sardoncini alla griglia. E qui si sente la romagnola che è in me.

 

A cura di Laura Roselli