Ormai è da diverso tempo che di tanto in tanto mi preparo il latte di mandorle fatto in casa.
Genuino, senza conservanti e assolutamente freschissimo.
Io lo adoro.
E’ ricco, cremoso, ha un sapore veramente squisito, e basta pochissimo tempo per la sua preparazione.
Esistono due modi per fare il latte di mandorla. Il primo è quello manuale, che impiega un po di tempo ma è comunque molto facile da realizzare. Il secondo è ancora più semplice ma occorre l’estrattore.
Io che sono una persona abbastanza pigra ammetto, che da quando ho l’estrattore, lo faccio più spesso, non solo per me ma anche per mio fratello ad esempio, che adora il latte di mandorla fresco.

Latte di mandorla fatto in casa.

Latte di mandorla fatto in casa.

Mandorle. Un elisir di salute.

Le mandorle hanno tantissime proprietà.
Vi basterà fare un rapido giro su internet per scoprire che sono ricchissime di vitamine e sali minerali. Le mandorle aiutano a combattere il colesterolo cattivo, , fanno bene al cuore e fanno benissimo all’apparato digerente. Aumentano infatti la presenza di pro biotici eliminando il problema della disbiosi intestinale.
Normalizza il metabolismo, quindi anche se pensate che fanno ingrassare in quanto frutta secca, molti studi recinti vi smentiranno.
E in più essendo ricchissime di vitamina E aiutano a combattere l’invecchiamento, preservano la bellezza della pelle, la salute di ossa, denti e capelli.
Insomma, le mandorle, allergie permettendo, fanno proprio bene, sia al naturale che appunto sotto forma di latte.

Conservazione, uso e riutilizzo dello scarto.

Latte di mandorla fatto in casa.

Latte di mandorla fatto in casa.

Il latte di mandorla fatto in casa si conserva per due o tre giorni in frigo in una bottiglia di vetro.
Quindi vi consiglio di non eccedere nelle dosi.
Lo scarto non va buttato, lo potete usare per tantissime ricette. Per esempio aggiungendolo alla GRANOLA, o al CRUMBLE DI MELE e perché no, fare dei golosi biscotti che presto posterò sul blog.
La parte grassa tende sempre a dividersi dall’acqua quindi dovete agitare la bottiglia energicamente ogni volta che lo dovete bere. Buono sia caldo che freddo.
Lo potete usare per fare il LATTE MATCHA o il GOLDEN MILK. Le ricette cliccando sopra i termini in grassetto.
Per prepararlo senza estrattore vi servirà un contenitore per l’ammollo, un frullatore, un panno per filtrare il latte, una bottiglia di vetro per conservarlo.


Potete usare le mandorle spellate oppure con la buccia. Io le uso quasi sempre sbucciate.


Per filtrate lo scarto su Amazon trovate tantissimi sacchetti che possono fare al caso vostro 🙂

E ora la parte, molto rapida per chi ha o vorrebbe acquistare l’estrattore!

Fare il latte di mandorla con l’estrattore è una cosa di una semplicità assurda, e non solo di mandorla ma anche di nocciole, , pistacchi ecc.
Per prima cosa dovete mettere in ammollo le mandorle, vanno bene sia con che senza buccia. Lasciate in acqua, coperte con la velina per almeno 12 ore.
Trascorso il tempo cambiate l’acqua e versatele in un contenitore insieme all’acqua pesata in base al quantitativo scritto sotto.
Azionate l’estrattore e versate le mandorle e l’acqua contemporaneamente aiutandovi con un mestolo.
Una volta terminato questo passaggio, potete ripassare il residuo, aggiungendo pochissima acqua per renderlo umido e lavorabile, lo mischiate bene e poi a cucchiaiate lo versate all’interno dell’imbuto.
Il latte è pronto ed il giorno dopo è ancora più buono.
Come estrattore io ho quello di Essenzia e devo dire che mi sto trovando benissimo.
Se siete interessati vi lascio il link alla mia piccola recensione, se siete interessati vi ricordo che usando il codice sconto 888SANO avrete uno sconto del 6% sul prodotto, ed è accumulabile anche con altre promozioni.

Estratto di melograno mela e zenzero con estrattore Essenzia

A cura di Laura Roselli