Tra maionese e ketchup ho sempre prediletto la prima, per questo oggi voglio proporvi la ricetta della maionese fatta in casa, una ricetta che non teme errori, facilissima da fare e pronta in 5 minuti.

La maionese è una delle salse più famose di tutto il mondo, la cui origine è ancora discussa e contesa tra Spagna e Francia.

Ricordo di aver provato a fare la maionese diversi anni fa, seguendo un’enciclopedia culinaria di mia madre, dieci tomi di ricette piene di burro, zuccheri e preparazioni assurde, da quanto erano complesse.


Prima di mettermi all’opera, mi informai anche on-line, perché ero terrorizzata all’idea che impazzisse e non volevo sprecare ingredienti: odio buttare il cibo!

Per fortuna andò bene, e quella sera la portai in tavola con uova soda e una bella insalata!

Ora per fortuna ho scoperto un modo molto più semplice per prepararla: boccale e frullatore a immersione. Stop!

Con questo metodo il risultato è assicurato! Eccomi quindi pronta a condividere con voi, se già non la conoscete, questa ricetta fantastica!Maionese fatta in casa

Le uova crude!

Una piccola precisazione, a cui tenevo, visto l’utilizzo di uova crude nella ricetta.

Io acquisto le mie uova in un rigas, o da un contadino qui vicino, sono freschissime e mi fido di chi me le vende.

Lavo sempre l’uovo prima di utilizzarlo, soprattutto se è sporco il guscio esterno.


Ci sono categorie di persone che dovrebbero evitare di consumare le uova crude, ma credo che se ne fate parte ne sarete sicuramente consapevoli!

La maionese fatta in casa può essere conservata in frigo, ben coperta, per un massimo di due giorni

Provate la maionese con le chips di patate, di  zucchine, o cavolo riccio !

Patatine chips cotte al forno

Patatine chips cotte al forno

Opzioni ingredienti

Una parte acida nella ricetta è indispensabile, potete usare il succo di limone come ho fatto io oppure sostituirlo con dell’aceto!

Quale olio? Io ho evitato l’olio di oliva, mi sembra che troppo forte come sapore e ho optato per un olio di semi di girasole di qualità!

 

Ora non mi resta che lasciarvi alla ricetta e augurarvi buon appetito!

A cura di Laura Roselli

Nb. Le parole in grassetto sottolineate contengono dei link ad altre ricette o ingredienti, cliccateci sopra per scoprirle.