Minestra con scarola e cannellini.

Oggi voglio  fare con voi un piatto semplicissimo ma veramente molto buono.

Sicuramente lo conoscete già in tanti, io invece lo conosco da un anno circa ma è da poco che ho provato il suo sapore.

Pensate che lo avevo visto in un canale You Tube americano.

La ragazza che stava facendo il video diceva che era un tipico piatto italiano.

E io pensavo “Si come no? Italiano quanto gli spaghetti con le polpette.”

Per essere poi smentita clamorosamente poco tempo fa da una mia collega che mi racconta di una minestra che mangia spesso e che le piace tantissimo.

Indovinate un po di cosa stava parlando?

Claro…. la minestra con scarola e cannellini.

Lei napoletana doc, trasferita per lavoro qui in romagna, mi racconta che al sud è un piatto che si fa spesso.

Ascoltando la ricetta con l’acquolina alla bocca penso “Bisogna sempre ricordarsi di non sapere!”

Il giorno dopo secondo voi cosa mi sono cucinata?

E vi assicuro che a dispetto della semplicità con cui viene realizzata il sapore non ne risente…anzi. Veramente ottima!

Del resto al sud ci sanno fare. E alla grande poi.

In più questa ricetta è ricca di sostanze nutritive importanti e porta nella nostra tavola un ingrediente salutare e veramente ottimo.

LA SCAROLA.

Questa straordinaria insalata appartiene alla famiglia dell’invidia belga è una verdura tipicamente autunnale ed invernale.

Ricchissima di vitamine ,sali minerali e fibre.

Il contenuto irrisorio di grassi e invece quello abbondante di fibra aiuta il transito intestinale e il senso di sazietà e la rende adatta all’alimentazione delle persone a dieta.

Invece il forte contenuto di sali minerali la porta ad essere ottima per gli sportivi, perchè reintegra velocemente quelli persi.

Come ogni verdura il consumo ideale è quello crudo ma se fatta sobbollire senza buttare via l’acqua di cottura, come nel caso di questa ricetta, diventa un’ottima fonte di nutrienti.

Per me questo è un piatto unico. Anche perchè ci sono i cannellini e quindi è assicurata anche la componente proteica.

Una portata unica, che io mangio la sera, per riscaldarmi e coccolarmi. Una ricetta naturalmente senza glutine, senza lattosio e nella mia versione vegetariana anche cruelity free.

Se non l’avete mai provata ve la consiglio caldamente, soprattutto  in questo periodo. 😉

Come sempre buon appetito a tutti 🙂

 

A cura di Laura Roselli