Questa orata in insalata è una ricetta molto semplice, fresca e genuina, perfetta sia per le giornate calde che per un pranzo o una cena leggeri.

Mi piace particolarmente anche perché adoro l’abbinamento tra orata e finocchio fresco, trovo che i due sapori assieme si esaltino al meglio e diano a questa ricetta una marcia in più.

Con una buona fetta di pane è un piatto completo che potete realizzare in forma più o meno light.

Orata in insalata

Orata in insalata

Come cuocere l’orata?

Innanzi tutto mi raccomando che sia fresca e se potete fatela pulire e sfilettare dal vostro pescivendolo di fiducia.

Per rendere questa ricetta più saporita vi consiglio la cottura in forno con olio e spezie, se la volete più leggera invece basterà cuocerla al vapore.

In tutti e  due i casi il pesce deve essere tiepido prima di essere aggiunto all’insalata, del resto una volta che l’avrete pulito e suddiviso in piccoli bocconcini l’orata dovrebbe essere alla giusta temperatura, se così non fosse fatela riposare altri dieci minuti.

Potete anche cuocerla il giorno prima e poi conservarla già pulita e ben coperta all’interno del frigo, in teoria il pesce si conserva dai 3 ai 4 giorni in frigo ma io preferisco non lasciare passare troppo tempo.

Per condire questa orata in insalata non vi consiglio l’utilizzo dell’aceto, troppo forte, prediligete del succo di limone, un buon olio extra vergine di oliva e dell’erba cipollina fresca, in ogni caso troverete tutto scritto sotto in ingredienti e procedimento.

Spero che questa orata in insalata vi piacerà 🙂

 

A cura di Laura Roselli