Il pane Frattau…

Io credo dal profondo del cuore che l’Italia sia uno dei paesi più belli al mondo…nonostante contraddizioni e problemi.

Una tra le perle più belle d’Italia io l’ho trovata in Sardegna 🙂

Nei suoi mari cristallini e nel sorriso della sua gente. Nella sua incredibile storia e arte culinaria.

È per questo che spesso mi diletto nella loro cucina, chiedendo consiglio a colleghe e amiche che provengono da lì.

Una cucina fatta di pochi ingredienti sani e gustosi antichi come la loro terra.

Recentemente mi è stato suggerito il PANE FRATTAU, un piatto tipico della Sardegna che viene tradizionalmente preparato con il brodo di pecora.

Esiste anche una versione più leggera nella quale viene utilizzata solo l’acqua.

Re di qesta ricetta è il Pane Carasau.

Il pane tipico della Sardegna. Se non lo avete già provato dovete correre subito a comperarlo.

Si mangia accompagnato a formaggi e salumi. Ed era il tipico pasto che i pastori si portavano durante la transumanza.

pane-frattau

Per FORTUNA esiste anche senza glutine.

Lo trovate nei negozi specializzati sul senza glutine.

Ioho avuto occasione di assaggiarlo per la prima volta all’expo di Rimini.

L’azienda che lo produce è S’incantu ed è veramente buonissimo.

La mia versione di Pane Frattau.

Tradizionalmente il sughetto del Pane Frattau è di solo pomodoro oppure con il ragù di pecora. Io ho fatto un ragù leggerissimo con del macinato di pollo biologico.

Voi potete fare anche un normalissimo sughetto rosso.

Vi consiglio di fare solo tre strati.

Attenzione all’uovo in camicia è molto più semplice di quello che sembra ma se avete tanti ospiti vi consiglio di fare il più semplice uovo all’occhio di bue lasciando il tuorlo il più possibile crudo.

Vi lascio alla ricetta e come sempre buon appetito 😀

 

A cura di Laura Roselli