Porridge di quinoa, caldo, cremoso, ricco e naturalmente senza glutine.

Ho pensato a questo porridge perché non tutti tollerano l’avena, chi è celiaco spesso non riesce a trovare un’avena certificata e poi, lasciatemelo dire, alternare è sempre meglio.

A me questo porridge è piaciuto veramente tanto e credo proprio che lo farò spesso, magari anche in versione salata perché no!

All’inizio credevo che la consistenza della quinoa non fosse adatta a questo tipo di preparazioni e invece è cremosa al punto giusto.

Varianti e consigli

Io ho cotto il mio porridge con l’acqua, aggiungendo il latte di soia verso fine cottura.

Potete anche cuocerlo direttamente nel latte ma a mio avviso è uno spreco.


Quale latte? Quello che vi piace di più!

Io evito il latte vaccino, lo evito da molto tempo, consumando formaggi e latte veramente sporadicamente, nel caso vi consiglio quello di capra, molto più digeribile.

Se siete vegan, intolleranti o come me preferite quello vegetale, allora potete optare per quello di soia, di mandorle, noci, nocciole, riso, cocco.

Porridge di quinoa

Porridge di quinoa

Topping

Per rendere più ricco il vostro porridge potete aggiungere lo sciroppo d’acero, il malto, se non siete vegan il miele, e poi frutta secca, yogurt e perché no frutta fresca.

Quella di aggiungere la frutta in realtà è un’abitudine che sto cercando di perdere, preferisco mangiarla una mezz’ora prima e poi gustarmi un bel porridge caldo fumante.

Questo perché, ma sono sicura che lo sapete già, la frutta è meglio mangiarla da sola, lontano dai pasti o se proprio siete di fretta prima dei pasti.

So che il porridge con la frutta è più instagrammabile e io, come vedete sono la prima colpevole, ma tanto qualche colazione si può anche evitare di fotografare 😉

Ah ottimo topping è anche del burro di frutta secca, a me piace tantissimo quello di nocciole, ma anche alle mandorle e agli anacardi è fantastico.

Vi consiglio anche di aggiungere anche dello yogurt, mischiato al porridge lo rende ancora più cremoso e sfizioso. Quale yogurt? Beh come ho detto per il latte…quello che vi piace di più, meglio se al naturale e biologico!

Se il mattino siete di fretta, e chi non lo è al giorno d’oggi è molto fortunato, potete preparare il porridge la sera e riscaldarlo il mattino aggiungendo del latte.


 

Ora non mi resta che lasciarvi alla ricetta di questo fantastico porridge di quinoa!

 

A cura di Laura Roselli