Conoscete la radice amara?

Io fino a poco tempo fa non ne avevo mai sentito parlare, poi l’ho trovata sugli scaffali di un negozio molto particolare, dove produttori etici e consapevoli incontrano il consumatore. Tutto è biologico e principalmente, ma non solo, a km 0.

Fare la spesa in questi centri è stupendo, si conoscono prodotti dimenticati e ogni cosa ha, secondo me, il giusto prezzo.

Sembra anche di tornare indietro nel tempo, toccando cibo vero, autentico, sano. Insomma questo posto mi ha rapita.

Radice amara ripassata in padella

Radice amara ripassata in padella

La radice amara

Comunque tornando alla protagonista della ricetta, posso dirvi che si tratta di una verdura poco conosciuta che viene coltivata principalmente nella zona di Soncino, in provincia di Cremona.

Si tratta di una varietà di cicoria, dal sapore amaro e dalle tantissime proprietà nutrizionali.

Ho letto che è indicata per chi soffre di anemia perché aiuta l’assorbimento del ferro, infatti una ricetta tradizionale la vede unita a spinaci e carne.

Ho letto anche che elimina i gas intestinali e ha una leggera azione lassativa. Proprio su questo punto vi invito alla cautela, soprattutto se soffrite di colite o avete altri problemi di questo genere.

Personalmente posso dirvi che io soffro di colite da quando ero piccola, non mi ha dato alcun fastidio, anzi… però ne ho consumata veramente pochissima. Tenete conto che la porzione che vedete in foto è stata divisa in due.

Viste le sue proprietà credo che scriverò un articolo tutto per loro, con tante altre ricette, nel frattempo però ti lascio a questa piccola ricetta! Deliziosa credetemi 🙂

Radice amara ripassata in padella

Radice amara ripassata in padella

A cura di Laura Roselli