Chi ama il cinese, alzi la mano! Eccoci con i ravioli cinesi senza glutine.

Una ricetta veramente classica della cucina cinese, che spopola qui da noi, e che io adoro, sia in versione carnivora, ma soprattutto in versione vegetariana, anche perché consumando poca carne preferisco usare solo carne biologica da allevamenti super certificati.

Quindi in questo caso ho usato il pollo ruspante.

Il risultato mi è piaciuto molto, ho provato sia a cuocerli al vapore che alla piastra e devo dire che è molto meglio il vapore e poi magari ripassarli alla piastra.

I segreti per realizzarli non sono tanti ma occorre fare attenzione, essere veloci e lavorarli senza l’uso di troppa farina!

Per prima cosa vi consiglio di preparare il ripieno, che potrà riposare in frigo fino al momento in cui vi servirà.

Il peso del ripieno è approssimativo, perché dipende da come li fate! Io per esempio ho usato degli stampi di Tescoma (non è un articolo sponsorizzato) che come vedete dalle foto prende molto spazio nella chiusura, facendoli amano lo spazio viene sicuramente ridotto e ci sta più ripieno.

Se come me usate gli stampi ricordatevi di infarinarli bene e tenerli puliti.

Potete usare sia macinato già pronto che macinare altri tipi di carne, come ho fatto io.

Ravioli cinesi senza glutine

Ravioli cinesi senza glutine

Il segreto per il giusto impasto

Il segreto per il giusto impasto sta in un giusto equilibrio tra umidità e farina usata, soprattutto durante la stesura! Un piccolo trucchetto per usare meno farina è quello di stendere l’impasto tra due fogli di carta forno.

Tenete sempre coperto l’impasto e i dischetti che si vanno ad utilizzare.

Vi consiglio di lavorare una metà di impasto e farcirli e poi riniziare con il restante.

Preparateli al momento del consumo e non molto prima, correreste il rischio che si secchino.

Ravioli cinesi senza glutine

Ravioli cinesi senza glutine

Entro quanto mangiarli…

Meglio mangiarli subito, in caso rimanessero, il giorno dopo vi consiglio di riscaldarli in una padella antiaderente, con un filo di olio ben sparso nella pentola.

Vi avviso che potrebbero comunque risultare leggermente secchini nella parte della chiusura, per cercare di ovviare il più possibile questo problema oleateli con un leggerissimo strato di olio.

Come insaporirli?

Potete scegliere di insaporirli con il sale o con la salsa tamari (che è una salsa di soia senza glutine).

Ora vi lascio alla ricetta di questi deliziosi ravioli cinesi senza glutine e vi auguro buon appetito.

Se vi piace la cucina orientale provate anche:

Riso alla cantonese

Funghi shiitake saltati

Cavolo pak choi allo zenzero

Tofu con funghi shiitake

 

A cura di Laura Roselli