Adoro la cucina etnica, adoro i sapori differenti dal nostro, ecco perché ho preparato questa tajine di verdura e cous cous senza glutine e ora voglio condividerla con voi.

Per fare la tajine occorre la tajine, ossia la pentola in terra cotta smaltata tipica della cucina marocchina, ma in questo momento ancora non mi sono decisa ad acquistarla.


Vorrei acquistare un prodotto di buona fattura, certificato senza piombo e cadmio e non è tanto facile, soprattutto acquistando online.

In ogni caso mi sono organizzata con una pentola in acciaio inox con il doppio fondo, il suo coperchio, lo spargifiamme e il risultato è stato super soddisfacente.

Non solo in questo modo ho imparato a fare una ricetta nuova, ma ho anche migliorato la mia arte dell’arrangiarmi con quello che ho, cosa che non guasta mai e che aiuta anche l’ambiente.


Poi un giorno chissà, magari ne acquisterò una, anzi, se avete suggerimenti, sono qui pronta ad accettarli.

Come funziona la tajine

Ma ora vi spiego brevemente in cosa consiste questa ricetta e questo tipo di preparazione.

Come vedete le tajine hanno una base e un “coperchio” conico forato all’estremità, una specie di camino.

In questo modo le verdure si cuociono con il vapore e con l’acqua che condensa all’interno del cono e ricade nella parte sottostante, risultando cotte alla perfezione senza perdere le caratteristiche nutrizionali e senza sfaldarsi.

Il trucco sta nel mettere le verdure che cuociono in più tempo sotto, poi vi spiego bene come ho composto la mia.

Nel mio caso la ricetta è vegana, ma se volete usare della carne, andrà ovviamente messa sotto, in modo che si cuocia bene.

Il cous cous che ho usato è di riso integrale, cotto a parte, seguendo le indicazioni riportate nella confezione.

La tajina è un ottimo piatto svuota frigo, quando avete tante verdure nel frigo, potete usarle tutte in una volta in questa ricetta speziata e salutare.

Tajine di verdure

Tajine di verdure

Tajine di verdure

Tajine di verdure

I tempi di cottura e le verdure da usare

Il tempo che ho messo è molo relativo, dipende dalla fiamma, da come avete tagliato le verdure, quindi ogni tanto controllate.

Per quanto riguarda le verdure da usare, va a gusto e a stagione.

Io ho usato patata, cipolla, carota, carciofi, zucchine.

I carciofi li ho cotti a parte però, perché hanno un sapore particolare e temevo che le spezie fossero troppo forti, se volete potete seguire questa ricetta:

Ricetta carciofi ripieni. Semplice e sfiziosa.

A cura di Laura Roselli