Tofu croccante…il mio piccolo peccato di gola salato!

Una ricetta vegan, senza glutine e senza lattosio che mi toglie la voglia di junk food senza strafare in negativo…

Super croccante fuori e morbido e saporito all’interno, il tofu croccante mi ha veramente stupito e ingolosito tantissimo.

Era da tantissimo che volevo prepararlo e finalmente eccomi qui, riuscito al primo tentativo con voto da 110 e lode.

Perfetto da mangiare come secondo accompagnato da una bella insalata oppure in un aperitivo a buffet.TUFU CROCCANTE SENZA GLUTINE

Fritto ma non troppo!

Piccola premessa: in casa mia si frigge una volta all’anno e forse è anche una stima in eccesso.

Ora voi direte? Dai non iniziare con il pippone salutista anche in una delle poche ricette (per ora) di fritto che c’è sul blog e invece mi dispiace ma sto per farlo! Quindi se ve la volete risparmiare scivolate giù a ingredienti e procedimento e godetevi la ricetta senza ulteriori indugi altrimenti continuate a leggere ^_^

Comunque vi dirò solo che il mio metodo di cottura preferito è quello al vapore e secondo me è anche il più salutare in assoluto. La materia prima rimane quasi praticamente intatta, sopratutto se si parla di verdure e  ovviamente sempre che non vengano stracotte.

L’olio lo aggiungo a crudo, dopo la cottura così come il sale, ne serve meno e si impara a sentire di più il sapore vero degli alimenti…cosa per me difficilissima perché tra il dolce e il salato io adoro il salato e per troppo tempo ne ho abusato quindi sto cercando di fare la brava.

Altro metodo di cottura che amo tantissimo è quello di saltare gli alimenti con un goccio di olio e acqua.

Le verdure rimangono croccanti e sono super saporite.

Vi lascio l’articolo in cui parlo di questo metodo di cottura:

Tipi di cottura dei cibi: Nitukè. Verdure saltate.

Tipi di cotture. Verdure saltate: Nitukè

Comunque al di là di tutto questo mangiare ogni tanto (ma molto ogni tanto) un fritto non credo sia un delitto, a meno che (ovviamente) non si abbiano problemi di salute.

Ricordatevi che per friggire bene l’alimento deve essere immerso nell’olio, ne assorbe molto meno, in più deve raggiungere la giusta temperatura, fate una prova con un pochino di pastella: se inizia subito a friggere allora è pronto.

Per cuocere il fritto per due persone ho usato il padellino che utilizzo per fare il ciccio pancake, è largo 14 cm quindi non spreco troppo olio.

Un’ultima cosa che voglio scrivere è una domanda… ma lo sapete che esiste la friggitrice ad aria?

Se l’avete mai provata fatemi sapere come vi state trovando!

 

A cura di Laura Roselli