Zucchine marinate con senape, limone e olio!

Non mi era mai successo, come quest’anno di perdere l’appetito! Di solito mangio comunque molto volentieri con le alte temperature ma quest’anno sta andando diversamente!

Il caldo ma soprattutto l’umidità mi stanno facendo passare l’appetito!

Così ho deciso di preparare queste zucchine marinate con senape, limone e olio che ho provato per la prima volta in un agriturismo nelle Marche.

Spiralizzatore si o spiralizzatore no

Le zucchine devono essere tagliate molto finemente per questa ricetta.

Di solito utilizzo lo spiralizzatore con la funzione che le rende molto simili alle tagliatelle ma in questo caso ho preferito evitare, anche perché con il polso fratturato già è  stato rocambolesco farle così, figuratevi se avessi dovuto montare lo spiralizzatore 😀

Per questa ricetta comunque va benissimo utilizzare, come ho fatto io, un comune pelapatate!

Cercate di ricavare una lunga “tagliatella” continua facendo una pressione uniforme.


Probabilmente non riuscirete ad utilizzare la zucchine per intero, ma tanto le potete tagliare e cuocere successivamente.

Per una persona io direi che basta una zucchina media. Non prendetele troppo grandi altrimenti rischiereste di prenderle ricche di semi.

La senape

Non ne sono una grande amante! Ho iniziato ad apprezzarla andando in Trentino ma raramente la uso a casa, anche perché essendo un soggetto allergico devo farci attenzione.

Comunque state attenti a prendere della senape che sia il più naturale possibile e che non contenga solfiti e, se siete celiaci ovviamente il glutine.

Le dosi

Per un contorno abbondante va bene una zucchina media a persona. Io alle volte la accompagno a del pane, uova e ne faccio un piatto unico. Organizzatevi in base al vostro appetito.

Per quanto riguarda la senape regolatevi a vostro piacimento.

Vi lascio il codice sconto per partecipare a Food Nova ^^  l’Expo del Gluten free, Lactose free e quest’anno anche Expo Veg e Ethnic Food Expo, che si terrà qui a Rimini dal 16 al 19 novembre 2019! Cliccate qui per maggiori info https://www.foodnova.eu/


 

A cura di Laura Roselli