Purea di zucca

La purea di zucca è una preparazione semplicissima ma base per tante altre ricette buone, sfiziose e golose. Tutte ovviamente hanno come ingrediente principale la zucca.

La zucca non è solo una verdura tipica del periodo autunnale, in America se ci pensate, è proprio un simbolo!

Pensate ad Halloween o alla festa del Ringraziamento, un giorno speciale di cui la zucca è, insieme al tacchino e al mais, la base del pranzo più amato.

Un piccolo aneddoto personale: fino all’università non ho mai mangiato la zucca. Non piaceva a nessuno in famiglia…. per fortuna poi la cucina è diventata per me una passione e passo dopo passo mi sono interessata a questa verdura.La prima cosa che ho mangiato sono stati i tortellacci…ancora me li ricordo: buonissimi.

Purea di zucca. Dolce o salato?

La zucca si può fare in tantissimi modi diversi, arrostita al forno, come purè, ripiena, in buonissime vellutate e ridotta in purea può essere un valido ingrediente sia in preparazioni dolci che salate.

Come ad esempio tortelli, pumpink pie, pancake, cappuccino alla zucca e tanto altro ancora.

Come fare la purea di zucca.

Per prima cosa occorre tagliare la zucca a cubetti, eliminare la buccia e ovviamente cuocerla.

Potete farlo in due modi diversi.

Al vapore o al forno. 

Al vapore dopo 30 minuti a fuoco sostenuto la vostra zucca sarà pronta. 

Al forno servono almeno 40 minuti a 180°. Vi consiglio di cuocerla usando un sacchetto fatto con la carta forno o all’interno di un apposito sacchetto per la cottura. Saprete che è cotta al punto giusto quando riuscirete ad infilzarla con una leggera pressione.

Entrambe le cotture vanno benissimo. Ma se dovete fare una purea che vada bene per tutto e sia più facilmente lavorabile ti consiglio quella al vapore.

Ridurre la zucca in purea.

Per i ripieni salati, come ad esempio nei tortelli potrebbe andare bene anche schiacciarla con la forchetta, ma secondo me il modo migliore rimane comunque frullare fino ad ottenere una crema omogenea.

Se amate la zucca è un modo facile e veloce per averne una scorta sempre a portata di mano, quella che vi rimane la potete anche congelare.

Di seguito lascio un elenco di ricette che potete realizzare con la purea di zucca.

Ogni volta che ne farò una la inserirò qui.

A domani con la prima ricetta :)… la pumpink pie!

Pumpkin Pie. La torta di zucca americana.

Pumpkin-pie. La torta di zucca americana
Pumpkin-pie. La torta di zucca americana

Muffin di zucca senza glutine e senza lattosio

Muffin di zucca senza glutine e senza lattosio
Muffin di zucca senza glutine e senza lattosio




Ricette biscotti da regalare a Natale.

Ricette biscotti da regalare a Natale. Una piccola rassegna di biscotti facili da preparare, buoni e tutti senza glutine.

Troverai ricette tradizionali, senza lattosio, vegan, paleo. Insomma regali per tutti i gusti.

Credo che sia sempre un regalo molto gradito quello realizzato con le proprie mani.

Significa prendersi del tempo e dedicarlo alle persone che fanno parte della nostra vita.

Creare un bel pacchetto, senza dimenticarsi del biglietto è indispensabile.

Un’idea carina potrebbe anche essere quella di scrivere su un foglietto la ricetta e il procedimento.

La prima ricetta che voglio proporti è un delizioso albero di biscotti che ho realizzato con farina di riso.

Alberi di Natale di biscotti. Senza Glutine.

Alberi di Natale di biscotti

Alberi di Natale di biscotti

Intramontabili a Natale sono i Ginger Bread. I biscotti tipici dell’Europa del Nord che sono il simbolo stesso del Natale!

Biscotti allo zenzero o Ginger Bread

Altra ricetta carinissima, vegan e senza glutine è quella dei Mendiants. Antichi dolcetti di origine francese semplicissimi da realizzare e tipici del periodo natalizio!

Pensa che questi cioccolatini sono saliti alla ribalta in tutto il mondo grazie al film Chocolate, quello con Jonny Depp. Dove la protagonista conquista il cuore degli abitanti di un paese sperduto in campagna grazie a questi cioccolatini. 🙂

Ricetta mendiants! Facile e veloce.

Mendiants. Ricetta senza glutine e senza lattosio.

Mendiants. Ricetta senza glutine e senza lattosio.

Altra ricetta senza glutine, senza lattosio e totalmente vegan è quella di questi brownies realizzati in stampi ad alberello.

Anche questa ricetta è molto facile da fare e non richiederà particolare dispendio di tempo.

Il risultato però è eccezionale.  Volendo puoi creare anche una glassatura con del cioccolato o con la glassa tradizionale.

Per questo dolcetto ti consiglio di realizzare il pacco regalo mettendoli in una scatolina di carta. Quelle che si usano per biscotti e torte.

Se vuoi rendere questa ricetta paleo, quindi senza glutine, lattosio e zuccheri raffinati prova la ricetta con dei BROWNIES CON TRE INGREDIENTI.

All’interno della ricetta di questi deliziosi alberelli troverai anche la videoricetta ^_^

Brownies al cioccolato vegan e senza glutine

Brownies vegan e senza glutine

Brownies vegan e senza glutine

Altra ricetta buonissima e che rappresenta molto il Natale è quella di questi cookies natalizi con cioccolato bianco e mirtilli 🙂

Questa è stata una delle prime ricette che ho postato sul blog, si vede dalla foto 🙂 il risultato comunque è eccezionale!

Cookies natalizi… cioccolato bianco e mirtilli rossi!

Cookies natalizi cioccolato bianco e mirtilli

Cookies natalizi cioccolato bianco e mirtilli

E se vuoi regalare dei biscotti super salutari totalmente a base vegetale ti consiglio di provare questi biscotti al cioccolato.

Per realizzarli però ti serve un frullatore piuttosto potente oppure un tritatutto. L’impasto è infatti a base di datteri, avena e patata dolce che devono essere sminuzzati e amalgamati molto bene.

So che l’idea potrebbe sembrare strana ma credimi: sono fantastici 🙂

Biscotti al cioccolato senza glutine e vegan

Biscotti al cioccolato vegan e senza glutine

Biscotti al cioccolato vegan e senza glutine

Spero che queste ricette biscotti da regalare a Natale siano un bel momento dolce per te e per le persone a cui le regalerai… anzi ne sono sicura.

Tantissimi auguri di Buone Feste! Ti auguro di trascorrerle con chi ami, senza dimenticare gli amici a quattro zampe!!!

A cura di Laura Roselli

 




Tipi di cottura dei cibi: cottura al cartoccio

La cottura al cartoccio è una cottura salutare, che riesce a mixare bene i sapori come e più della cottura in forno tradizionale o in padella.

Unisce infatti in un’unico metodo i vantaggi della cottura al vapore e di quella al forno.

Questo perché il cibo è protetto all’interno del cartoccio. I succhi non evaporano e sapori e profumi si amalgamano alla perfezione.

I motivi per cui scegliere una cottura al cartoccio .

  • Come già detto perché è un metodo di cottura salutare che evita il contatto diretto del calore sull’alimento.
  • Gli alimenti cotti si mantengono morbidi e succosi al loro interno.
  • È una cottura dietetica.
  • È una cottura facile da eseguire.
  • Non si sporca la teglia e il forno.

Cosa vuoi di più dalla vita? Una cottura che ti evita il soffritto, facile, veloce, che riduce il lavoro che dovrai fare per sistemare e che ti da un risultato finale gustoso, morbido e succoso!

In più hai la possibilità di insaporire la tua ricetta con spezie e aromi, sperimentando nuovi sapori e cuocendo più alimenti allo stesso tempo.

Come cuocere al cartoccio

Innanzitutto cosa ti serve?

La cottura al cartoccio può essere eseguita in maniera super naturale con foglie di vite, fico, cavolo o banano ma in assenza di queste potete usare anche la carta da forno o la stagnola. Ora esistono anche i sacchetti per la cottura, ma di loro ti parlerò in un’altro momento e con una ricetta veramente wow.

Filo da cucina.

Esistono diversi modi per “impacchettare” la tua ricetta.

Il pacchettino vero e proprio.

Lo puoi realizzare con un foglio di carta da forno o con due.

Con un foglio.

Cottura al cartoccio

Cottura al cartoccio. Pacchetto con un foglio.

Per realizzare il pacchettino dovrai tagliate la carta da forno almeno 7 cm più grande dello spazio che occupa il prodotto che vuoi cucinare.

A questo punto devi piegare due volte i lati più lunghi (con una larghezza di circa 1 cm) e poi chiudere sovrapponendo i due fogli. Ora non ti resta che ripiegare verso se stessi i lati più corti e sigillare bene.

Se vuoi puoi proteggere il pacchetto con della carta stagnola o con un giro di filo da cucina.

Con due fogli.

Cottura al cartoccio

Cottura al cartoccio. Pacchetto con due fogli.

Tagli due fogli di carta da forno più grande dell’alimento di almeno 6 cm.

Appoggi l’alimento sul primo e poi sovrapponi l’altro foglio. A questo punto ripieghi su se stessi i lati fino ad avere un pacchetto ben sigillato.

In questo caso non serve spago o carta stagnola.

La caramella a due fiocchi

Rana pescatrice al cartoccio. Sano, leggero e goloso.

Rana pescatrice al cartoccio

Dovrai disporre l’alimento al centro del foglio, un pesce con le verdure ad esempio e poi andrai a richiudere su se stessi i lati più lunghi come nel pacchetto con un foglio.  A questo punto sovrapponi le due parti sul tuo alimento e poi sigilla le estremità con il filo da cucina.

La caramella con un fiocco

Cottura al cartoccio

Cottura al cartoccio. Caramella con un fiocco.

In questo caso puoi tagliare il foglio di carta da forno in maniera quadrata o circolare ma come sempre almeno 6 cm più grande dell’alimento.

A questo punto devi portare i bordi verso l’alto e poi sigillare bene con il filo da cucina.

Nella carta stagnola

Cottura al cartoccio

Cottura al cartoccio con carta stagnola.

Il pacchetto è molto semplice da fare e facilmente sigillabile.

Potete fare anche due giri di stagnola, come nel caso delle patate cotte nella brace.

Con tutti questi metodi è indispensabile tenere a mente due cose fondamentali.

🍴 Ad ogni alimento che andrai a cuocere puoi aggiungere un filo di olio, un goccio di acqua o del vino bianco a seconda di cosa stai facendo ma senza eccedere, poiché gli alimenti rilasceranno il loro sughetto.

🍴 Presta sempre la massima attenzione all’apertura del pacchetto. All’interno del pacchetto si sarà  infatti creato del vapore che ti potrebbe ustionare.

Gli alimenti che si possono cuocere al cartoccio.

Carne, pesce, verdure. Praticamente tutti. ^_^

Ricette con la cottura al cartoccio

Patate dolci ripiene -Vegan, gluten free-

Patate dolci ripiene. Vegan e senza glutine.

Patate dolci ripiene, Cotte al cartoccio.

Rana Pescatrice al cartoccio

Rana pescatrice al cartoccio. Sano, leggero e goloso.

Rana pescatrice al cartoccio

Pollo al cartoccio con patate

Pollo al cartoccio con patate

Pollo al cartoccio con patate

 

A cura di Laura Roselli

 Altri tipi di cottura:

Tipi di cottura dei cibi: cottura al vapore

Tipi di cottura dei cibi: Nitukè. Verdure saltate.

 

 

 

 

 




Tre ricette con zucchine e gamberetti

In estate zucchine e gamberetti sono un abbinamento tra i più popolari.

Ho deciso quindi di fare tre ricette semplicissime, senza lattosio e senza glutine con questi due ingredienti.

Caratteristica comune: una cottura veloce, ingredienti di facile reperibilità, leggerezza e gusto.

😎Preparazioni ottime per antipasti, buffet ma anche come secondi sfiziosi.

Iniziamo subito con la prima ricetta 😋

🍴 Pizzette di zucchine con ananas e gamberetti

Una ricetta molto veloce da fare al forno.

Ricette con zucchine e gamberetti, pizzette

Ingredienti per 5 pizzette

  • 1 zucchina tonda piuttosto grande
  • Una decina di gamberetti
  • Sale rosa qb
  • Pepe bianco qb
  • Olio evo qb
  • Cubetti di ananas qb
  • Timo qb

Preparazione

  • Lavate e asciugate la zucchina.
  • Tagliatela in maniera orizzontale ricavandone 5 fette.
  • Riscaldate il forno a 180°
  • Disponete le zucchine sulla teglia foderata da carta, salate leggermente, oleate e infornate per 10 minuti.
  • Nel frattempo sgusciate, pulite, lavate e asciugate i gamberetti.
  • Estraete la teglia e disponete i gamberetti sopra, salate, pepate e rinfornate per altri 10/12 minuti.
  • Estraete e decorate con l’ananas tagliato a cubettini e il timo fresco.

🍴Involtini di zucchine e gamberetti con ribes rossoRicette con zucchine e gamberetti

Ingredienti per due persone

  • Una zucchina lunga
  • Una decina di gamberetti
  • Una decina di ribes
  • La buccia di 1/4 di limone e il suo succo
  • Sale rosa qb
  • Pepe bianco qb
  • Paprika dolce qb
  • Olio extra vergine qb

Preparazione

  • Sgusciate, pulite, lavate e asciugate i gamberetti.
  • Lavate e asciugate la zucchina, ricavatene delle fetuccine con il pelapatate passandolo nel verso della lunghezza.
  • Arrotolate le fetucchine di zucchine attorno al gambero.
  • Disponetele su una teglia foderata, salate, pepate, e aggiungete un filo di olio.
  • Infornate a 180° per 10/12 minuti.
  • In un piattino spolverizzate con la paprika e disponete i vostri gamberi. Decorate con la buccia di limone e con il ribes e su ogni gambero lasciate cadere qualche goccia di limone.

🍴Spadellata di gamberi e zucchine alla curcumaRicette con zucchine e gamberetti

Ingredienti per 2 persone

  • 1 zucchina lunga abbastanza grande
  • Una quindicina di gamberetti
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 cucchiaino di curcuma in polvere
  • Olio evo qb
  • Sale rosa qb
  • pepe nero qb
  • Il succo di un limone
  • Basilico qb

Preparazione

  • Sgusciate, pulite, lavate e asciugate i gamberetti.
  • Tritate l’aglio
  • Lavate la zucchine e tagliatela a cubetti o rondelle
  • In una padella antiaderente mettete l’aglio, l’olio e fate il soffritto a fuoco basso.
  • Aggiungete zucchine e gamberetti.
  • Salate, pepate e saltate il tutto rosolando bene.–
  • Aggiungete un bicchiere di acqua, la curcuma, mescolate bene e lasciate cuocere, coperto, per una decina di minuti.
  • Fate asciugare l’acqua e servite aggiungendo il succo di limone e il basilico tagliato a pezzetti.

 

Spero che queste ricette vi piacciano ^_^

Un grande abbraccio a tutti e alla prossima

 

A cura di Laura Roselli

Provate anche :

Orata e gamberetti al forno con patate dolci

Infornata di gamberetti con orata e patate dolci

Infornata di gamberetti con orata e patate dolci




Quinoa come cucinarla, proprietà e ricette

Che cos’è la quinoa

La quinoa è uno pseudo cereale antichissimo e molto importante.

Pensate che veniva cucinato già 5000 anni fa dagli inca ed insieme al mais era la base della loro alimentazione.

Naturalmente privo di glutine viene utilizzato oggi in molte preparazioni: dolci, pasta e pane senza glutine. Oppure viene addizionato ai normali panificati.

Un alimento adatto a tutti e molto indicato per gli sportivi, infatti è un cereale incredibilmente proteico ed energetico.

Proprietà

Considerata come uno degli alimenti più salutari al mondo, ha un elevato apporto di amminoacidi e proteine.

👉 Ricca di antiossidanti come i flavonoidi  grazie ai quali riesce a combattere l’invecchiamento causato dai radicali liberi.

👉 Sali minerali presenti sono: calcio, fosforo, magnesio.

👉 Vitamine: B2, C ed E !

👉 Ha un elevato potere saziante, quindi è indicata nelle diete ipocaloriche.

👉 Grazie alla presenza di acidi grassi polinsaturi protegge cuore e apparato cardiocircolatorio.

👉 Indicato per chi soffre di diabete e per chi ha acidità gastrica e ulcere in quanto tende a diminuire l’acidità.

Controindicazioni.

👎Esiste l’intolleranza anche alla quinoa, anche se veramente molto rara.

👎Vista la presenza di ossalati non dovrebbe essere consumata in maniera eccessiva da chi ha problemi di calcoli renali.

Quinoa …come cucinarla

➡️ Iniziamo subito con il dire che la quinoa contiene la saponina, un pesticida naturale che ha come funzione quella di proteggere la pianta, ed è quindi tossica per l’uomo.

Per eliminarla totalmente è bene lasciarla in ammollo per almeno mezz’ora intervallando due risciacqui.

La saponina è la schiuma che si formerà in superficie.

Una volta fatto questo scolatela dentro uno scolapasta a maglie sottilissime.

A questo punto versatela nella vostra padella insieme all’acqua che deve essere due volte il suo peso.

1 TAZZA DI QUINOA = 2 TAZZE DI ACQUA

Cuocete la quinoa per il tempo indicato sulla confezione.

📣 Una curiosità a proposito della saponina. La saponina che è contenuta in tutti i cereali, pseudocereali e legumi ha anche una funzione positiva.

Infatti è in grado di abbassare il colesterolo.

Meglio risciacquare però 🙂

Ricette  🍴

Per prima la ricetta del giorno, con quinoa e mais. Un abbinamento molto buono dal punto di vista nutrizionale!

La ricetta prevede la cottura delle pannocchie, come più vi piacciono (io al cartoccio) e dei pisellini.

La quinoa in questo caso l’ho cotta speziandola leggermente. Ho fatto un soffritto con uno scalogno tagliato sottile, aggiunto 1/2 cucchiaino di cumino e, dopo pochi secondi, la quinoa precedentemente lavata.

Ho mescolato facendo rosolare leggermente la quinoa e poi ho aggiunto l’acqua e un pizzico di sale.

Cotta per il tempo descritto nella confezione e servita, assieme ai pisellini e alla pannocchia tagliata a rondelle. Tagliarla rende più facile il suo consumo.

Ricetta con quinoa, pannochia e pisellini

E ora tutte le altre ricette del blog a base di quinoa…ma ne arriveranno tante altre ^_^

Cliccate sui titoli viola per andare direttamente alla pagina della ricetta

Quinoa con spinaci e radicchio

La seconda è un’insalata o piatto unico veramente goloso e facile…

Insalata di quinoa con tonno e verdure

Questa è un’altra ricetta vegan e paleo. Un contorno con quinoa, fagiolini e pistacchi…

Ricetta con quinoa alle verdure. Proteica e detox.

Per l’inverno una golosa zuppetta con broccoli, che fanno benissimo e la quinoa…

Zuppetta di broccoli

Zuppetta di broccoli e quinoa

E poi che ne dite di farne dei golosi biscotti?

Facili da fare e veramente buoni.

Biscotti di quinoa e frutta. Senza glutine e senza zucchero.

Biscotti di quinoa alla frutta

Tortillias di quinoa. 2 ingredienti.

Tortillias di quinoa. Due ingredienti. Senza glutine, vegan.

Tortillias di quinoa. Due ingredienti. Senza glutine, vegan.

E voi? Usate la quinoa? Come la cucinate?

A cura di Laura Roselli




Fiori di zucca. Proprietà e ricette.

I fiori di zucca o fiorilli sono i fiori della zucca o della zucchina.

Nascono come veri e propri fiori oppure sono direttamente attaccati alla verdura.

Sono molto delicati ma molto saporiti e gustosi e di un colore giallo arancio molto intenso.

La preparazione più conosciuta è ovviamente quella fritta, mia mamma mi uccide solo con il profumo quando li prepara, ma sono buonissimi anche crudi in insalata.

Vediamo quindi insieme quali sono le sue proprietà, come riconoscerne la freschezza e alcune ricette che possiamo preparare.

Fiori di zucca proprietà

Lo sapevate che sono poveri di grassi e ricchi di proteine?

Se consumati crudi i fiori di zucca hanno una vasta gamma di vitamine e sali minerali.

Vitamine: A, B1, B2, B3 e C.

Sali minerali: Ferro, calcio, potassio e magnesio.

Proprietà.

  • Combattono l’affaticamento.
  • Visto il loro importante contenuto di calcio aiutano a contrastare l’osteoporosi.
  • Rafforzano il sistema immunitario.

Come riconoscere quelli freschi

Non imposta che siano aperti o chiusi, i fiori di zucca sono turgidi e aperti solo di prima mattina. Dopo tendono a richiudersi.

L’importante è che le foglie siano sode, di un bel colore brillante e che non presentino macchie scure.

Aprendoli dovete vedere che il pistillo sia di un giallo forte e dorato, se è scuro potrebbe essere muffa e quindi non commestibile.

Evitate di comperare quelli confezionati.

Come pulirli e lavarli

  1. Staccare le escrescenze verdi alla base del fiore di zucca
  2. Togliere il gambo lasciando intatto il fiore
  3. Aprire delicatamente il fiore e togliere il pistillo
  4. Lavare delicatamente e velocemente il fiore passandolo sotto l’acqua corrente fredda
  5. Fare asciugare su un canovaccio pulito

Se li volete usare in insalata potete anche aprirli delicatamente, senza martoriarli e tagliarli con un coltello ben affilato.

Aggiungeteli alle vostre insalate solo dopo averle condite, altrimenti tendono a cuocersi con il condimento.

Conservazione

È bene utilizzarli subito dopo averli comperati, ma se, per vari motivi, ne avete in quantità e volete conservarli potete pulirli come descritto sopra e congelarli. Si conserveranno alcuni mesi.

Se volete farli ripieni potete anche congelarli già ripieni ma non cotti.

Ricette

Come dicevo in apertura la ricetta più famosa è quella tipica romana, i fiori di zucca fritti in pastella, ma se vogliamo stare più leggeri potete optare per gustose insalate, come nella ricetta che vi propongo oggi in occasione del primo martedì “Eat Clean” di sano Bio Gluten Free e delle golose varianti ripiene.

Iniziamo allora con le ricette partendo dalla ricetta del giorno.

Una golosa insalata con cetrioli pomodori, cipolla di tropea e fiori di zucca.

Ricetta insalata estiva con fiori di zucca

Insalata estiva con i fiori di zucca

Golosissima e fresca. Un tripudio di colori, sapori  e salute.

Li potete anche aggiungere alla pasta.

Io li ho usati in questa golosissima

Trofie al peperoncino dolce.

Trofie al peperoncino dolce

In delicati risotti oppure ripieni.

Come in questa ricetta golosa e fresca di origini greche con un ripieno di riso e verdure.

Involtini di fiori di zuccaInvoltini di fiori di zucca.

Buonissimi anche questi con il ripieno di pesce.

Fiori di zucca ripieni al salmoneFiori di zucca ripieni al salmone. Ricetta estiva velocissima

Oppure potete gustarli su una pizza.

Che ne dite di preparare una pizza con l’impasto di zucchine?

Pizza con impasto di zucchine.

E a voi?

Come vi piace cucinare i fiori di zucca?

Commentate con le vostre ricette preferite!

A cura di Laura Roselli