PARIGI-TOUR MONTPARNASSE

Montparnasse…

Nonostante i nuovi e recenti attentati a Parigi, ho deciso di continuare a parlarvi del mio viaggio in una delle capitali più belle del mondo…

Erano anni che sognavo Parigi, ed ero decisa in questa partenza nonostante ci fosse stato da poco tempo il primo attentato. Sono stata coraggiosa ad affrontare un viaggio da sola, ma penso anche…e se fosse successo mentre ero lì?

È normale pensarci, è normale avere dubbi.

Parto o no?

Eppure alla fine dentro di me vince sempre il si!

Per fortuna il mio viaggio è stato tranquillo e l’unica cosa che faceva intuire che il momento non era dei più tranquilli era il forte dispiegamento di militari.

Fatemi scrivere una cosa, anche se potrebbe sembrare retorica, dal più profondo del cuore… non smettiamo di volare, di viaggiare, non perdiamo la nostra libertà. Dobbiamo essere coraggiosi. Non dobbiamo cedere al razzismo ed anzi essere solidali con chi è diverso.

Condanniamo l’orrore ma non lasciamoci piegare.

torre

Dopo questo dovuto preambolo, non è per me difficile tornare con la mente al volo, mentre pensavo …”Appena arrivata a Parigi ceno e vado sulla Tour Montparnasse a sorseggiare un drink e guardare l’immensità della città più romantica al mondo!”

Ma ovviamente non è andata così. Perchè?

Perché arrivi e sei stanca 🙂 …il volo, l’atterraggio all’aeroporto Beauvais, l’ora e mezza di corriera per arrivare a Parigi… e poi la metro! Sicurissima di poter utilizzare la mia mappetta off line per arrivare ovunque nell’universo. E invece niente! Ero sudata, il peso della valigia, l’applicazione Paris che non funziona. Scendo dal bus e seguo la folla di italiani che si dirige vero il centro commerciale e trovo la metro. Guardo la mappa e non ci capisco nulla. Un momento di panico.

“Perché non ho fatto il tragitto a casa e voglio sempre fare miss avventura???”

torre4

Poi si avvicina un addetto della metro e con aria compiaciuta ti fa la domanda più amata da tutti i turisti in difficoltà!

“Can I help you?”

Si ciccio di mamma mi puoi aiutare! E a parte il fatto che mi stava mandando dall’altra parte in cui dovevo effettivamente andare alla fine ci siamo capiti!

E io dopo una ventina di minuti sono arrivata alla mia meta! Montparnasse!

Quindi spesa cibo e… sono crollata! Ma una passeggiata nei dintorni me la sono fatta ovviamente.

La torre però no, non l’ho vista e nemmeno il giorno seguente perché il clima, nebbioso e piovoso non avrebbe permesso di sfruttare bene quel momento.

Così ho aspettato il terzo giorno per salire sulla torre e posso dirvi con certezza che sia veramente la più bella vista di Parigi. Perché? Dalla torre Eiffel sarà sicuramente più romantico…ma la fila? L’unico posto dove realmente c’è fila a Parigi è la torre Eiffel.

Invece dal grattacielo, perché alla fine di questo si tratta, si vede una vista mozzafiato e con la torre Eiffel bene in vista!

torre3

All’ultimo piano si arriva con uno degli ascensori più veloci al mondo…38 secondi e sei al cinquantaseiesimo piano! Impressionante! E state tranquilli perché non si percepisce nulla.

In cima potete rimanere al coperto o salire su tetto del grattacielo dove la vista è ancora più emozionante. Io soffro di vertigini e all’inizio ero abbastanza spaventata ma è fattibile quindi salite senza timore. Il costo è di 15 euro,  poi ci sono vari sconti se avete fatto i pass turistici e ovviamente per età! Al piano troverete binocoli a pagamento, un bar e un negozio di souvenir! Ci sono poi anche degli schermi interattivi che vi parlano di quello che vedete davanti a voi raccontandone la storia.

torre2

La prossima volta che tornerò sicuramente andrò al tramonto perché immagino sia meraviglioso.

Sotto il grattacielo trovate le gallerie Lafayette diversi bistrot e alcune attrazioni minori molto gradevoli. Se come me alloggerete in questa zona potete visitare le catacombe di Parigi, il parco della zona, il cimitero monumentale di Montparnasse e il museo di Rodin, recentemente restaurato.

Ricordate che questa zona che ora appare secondaria era il fulcro degli anni folli di Parigi e se farete attenzione, camminando, potrete vedere ancora teatri e luoghi molto caratteristici.

Restate con me perché la mia avventura Parigina è appena agli inizi ^_^

 

A cura di Laura Roselli

 


Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

author
Di Sano Bio e Gluten Free
Le ultime ricette

Non ci sono messaggi in questo dispositivo di scorrimento.

Gli ultimi articoli

Realizzazione siti web SH Web - 2022