Un fine settimana in Umbria 2. Perugia e Lago Trasimeno

Ciao e benvenuti su Golosi Viaggiatori,
eccoci alla seconda parte del nostro week end in Umbria…Perugia e una breve sosta al lago Trasimeno sono le nostre mete!

Quindi partiti da Assisi verso il tramonto in una mezz’ora siamo a Perugia, la capitale del cioccolato, della bellezza e del Jazz. E’ infatti famosissimo l’Umbria Jazz festival!!DSC00368

DSC00513
Perugia è una città antichissima fondata dagli etruschi di cui ancora rimangono tantissime testimonianze. Mentre percorriamo la strada tra paesaggi verdi e vedute mozzafiato leggiamo qualche articolo su questa bella città e scopriamo che anche Charles Dickens ne fu abbagliato “Perugia, munita di grandi mezzi di difesa dalla natura e dalla mano dell’uomo, sorge improvvisamente su di un’altura”

DSC00515

Tante sono state le popolazioni che qui sono passate, dagli etruschi ai bizantini e tutte hanno lasciato un loro segno, una sua stratificazione. Tantissime le battaglie e le varie signorie che si sono susseguite.
Come già vi ho accennato nel primo articolo abbiamo deciso di alloggiare al “C’era una volta”, un b&b; con dei proprietari simpatici e chiacchieroni.DSC00533 La casa è posizionata nelle colline vicine a Perugia, cinque minuti e siete nella città che potrete ammirare dalla vista della finestra della vostra camera. Si respira ossigeno buono qui e si fa colazione tutti assieme nel salone. Quando prenotate sentitevi liberi di dire se non potete mangiare qualcosa e loro saranno lieti di venire incontro anche alle esigenze più insolite. (la mia allergia al grano non l’avevano mai sentita 🙂 )
Certificati gluten free!DSC00516
Ma andiamo avanti… arrivati ci siamo rilassati un attimo nella nostra camera e preparati per la cena.
Il primo consiglio che vi do è di non parcheggiare nel parco sant’Angelo se è inverno,sera o se pensate di tornare a tarda sera. Il parcheggio non ha luci e parlando con gente del luogo non è tanto sicuro.
Camminando per le vie del centro due cose abbiamo notato subito, ia vibrante multiculturalismo della città e la bellezza mozzafiato di alcuni monumenti.DSC00637

Voglio sottolineare anche l’incredibile GENTILEZZA, SIMPATIA E CORTESIA di alcuni negozianti e dei camerieri. Sia qui che ad Assisi ho trovato una dolcezza incredibile.

Ma andiamo avanti con il mio racconto. La sera eravamo stanchissimi e ci siamo accorti che il ristorante che volevo provare era chiuso per ferie, poco male lo proveremo un’altra volta, e siamo stati comunque fortunatissimi. Ci siamo infatti entrati nella “Trattoria delle Volte”, unf ristorante storico di Perugia. Alle pareti mille e più immagini dei tanti personaggi famosi che si sono seduti ai tavoli e hanno gustato la loro ottima cucina. Antipasto con prodotti locali, affettati e formaggi e poi il risotto ai funghi porcini. Il tutto sorseggiando un vino corposo e forte del posto, il mitico Sagrantino di Montefalco. Eccellente. Il dolce, un insolito mascharpone al limoncello, non lo avevo mai provato e devo dire che è straordinario. Simpatica anche la conversazione con il cameriere circa i loro prodotti tipici. Molto disponibile.food


DSC00556
Una passeggiata nella piazza centrale osservando la fontana Maggiore (1275-1278) con bassorilievi di Nicola e Giovanni Pisano, veramente molto ma molto belli e i palazzi principali, il palazzo dei Priori dove ha sede la Galleria Nazionale Umbra e la Cattedrale di San Lorenzo, che sembrano a protezione della fontana stessa. Poi ci siamo persi camminando per il centro storico, affascinati dalle sue vie strette, angoli nascosti e scorci notturni suggestivi.perugiag
In certi momenti ho avuto la sensazione di una città non sicurissima la sera, ma sono sicura chesia solo una mia impressione dovuta a notte e stanchezza.
Infatti distrutti e infreddoliti per via della lunga giornata torniamo verso il nostro B&B. Una doccia e via a dormire.
Il giorno dopo sveglia presto e salutati i proprietari e chiacchierato con altri simpatici vacanzieri ci rigettiamo tra le vie della città.
Ed eccoci alla porta più antica della città vecchia, l’Arco Etrusco, una meraviglia da lasciare senza fiato! In un solo monumento viene espressa la bellezza di tanti secoli di storia, dagli etruschi al rinascimento con la sua elegante loggia nel contrafforte sinistro.DSC00542DSC00544
Altro luogo magico è la Rocca Paolina, reale porta principale dell’acropoli, cuore sotterraneo e simbolo del potere papale fino al 1860; ne sono rimaste purtroppo solo le fondamenta che hanno inglobato altri edifici storici della città. Qui potrete ammirare alcune opere di Burri e la maestosità delle sue gigantesche volte.DSC00578DSC00588
Dentro la Rocca Paolina ci sono poi delle scale mobili che collegano Piazza partigiani a Piazza Italia. Qui potrete ammirare un bellissimo paesaggio e magari incontrare Kushi, una simpatica artista dalla quale abbiamo acquistato una sua opera e che è stata così gentile da parlarci un po di DSC00561Perugia e indicarci i luoghi che non potevamo perdere. Tra questi la Chiesa di San Michele Arcangelo. Quindi ci siamo incamminati verso questo posto (già in programma tra l’altro) che si trovava dall’altro capo della città. E per avere forza e lucidità abbiamo deciso di fare un breve stop al negozio della Perugina, il regno del cioccolato (Sappiate che è possibile visitare l’azienda dei Baci Perugina…vi lascio link https://www.perugina.it/it/ )…acquistato ciocco a bizzeffe abbiamo poi proseguito tra un boccone di cioccolato all’arancia e una foto verso questo straordinario monumento del V secolo. La più antica chiesa della città che ora ha una pianta circolare.

San Michele

San Michele

All’interno l’atmosfera è veramente affascinante anche grazie alle sue sedici colonne diverse tra loro, non solo per materiale ma anche per epoca storica di costruzione. Elementi romani e più recenti si fondono in questa perfetta macchina del tempo.

Interno di San Michele

Interno di San Michele

Interno di San Michele

Interno di San Michele

Proprio di fianco si trova la Porta Sant’Angelo, entrate, infatti dentro potrete trovare il Museo delle mura e delle porte e potrete vedere una collezione archeologica e i modellini della città in differenti epoche storiche. Si può salire fin sopra il terrazzo della porta da dove abbiamo ammirato una vista mozzafiato.porta san micheleDSC00626 DSC00628
Immancabile una visita alla galleria nazionale, dove Enry nonostante l’interesse ha più volte ceduto alle distrazioni del fantacalcio 🙂 Del resto sono 40 sale visitabili. Immancabili opere di grandissimi artisti ta cui Duccio di Buninsegna, Perugino, Pinturicchio, Agostino di Duccio, Gentile da Fabriano.perugia
DSC00667Tra chiese e musei io ho stravisto per il Pozzo Etrusco, detto anche pozzo del Sorbello, costruito nel III sec a.C. è veramente una grandissima opera di carattere idraulico che è stata utilizzata anche come cisterna. Dentro una grandissima umidità e caldo, tanto caldo…l’obbiettivo continuava ad appannarsi. Ma mi è piaciuto tantissimo. lMi ha colpito molto anche la cappella di San Severo con all’interno l’affresco di Raffaello, ma usciti da qui a sorpresa la …neve, dapprima pochi fiocchi e poi una valangata, ci hanno indotto a lasciare questa bella città un po prima del previsto e a dirigerci verso il lago Trasimeno. Una breve sosta in alcuni negozi per comperare il vino, l’olio e la cinghialina di Norcia e tante altre delizie di cioccolato, tra cui uno squisito liquore e viaaa.
Io vi ho descritto i posti che mi sono piaciuti in maniera particolare ma tantissime sono le chiese da visitare, la Basilica di San Domenico per esempio che è uno degli edifici più grandi di Perugia e il museo archeologico e tante tante altre cose, studiate attentamente prima di partire… e soggiornate il più a lungo possibile.DSC00641

La bellezza di lasciare una mezza bufera e arrivare con un sole splendente e caldo al lago non riesco a descriverla. Arrivati a Passignano sul Trasimeno abbiamo deviato e gironzolato sulle colline che circondano questo meraviglioso lago. Una vista che ci ha rincuorato e rilassato tantissimo. Credo che sedersi nelle panchine fronte lago al sole e restare ore a fissare il vuoto siano una delle cose da fare almeno una volta nella vita! 🙂DSC00670
Il piccolo borgo di Passignano è delizioso. Arroccato sulla collina, è molto curato e i suoi deliziosi ristorantini vista lago sono eccellenti. Noi abbiamo deciso già di tornarci per gustare il pesce locale, la trota in porchetta è una delle cose che più mi incuriosiscono.

DSC00673

DSC00718E visto che si parla di cibo, vi dico che se venite qui non potete non assaggiare la fagiolina,un legume che viene coltivato solo qui e che è veramente delizioso, molto digeribile e delicato. Io ne ho preso anche per cucinarmelo a casa. E a breve vi scriverò una ricetta buonissima.
Immancabile uno spuntino a base di prodotti locali in un ristorante e poi via per una gita veloce all’Isola Maggiore, che quasi completamente abbandonata è ancora più suggestiva. DSC00733E poi il tramonto visto da qui, bellissimo e romantico come non mai. Enrico si è fissato che vuole tornare qui e dormire sull’isola e io se si tratta di viaggi non dico mai di no 😀 Anzi mentre tornavamo a casa stavo già progettando una mini vacanza in questi posti…
Ormai stanchi e con la notte incombente abbiamo deciso di tornare a casa…il giorno dopo si lavora!!!lago.
Tornare a casa non è stato piacevole, avrei voluto rimanere al lago per una settimana almeno.
Spero che questo articolo vi sia piaciuto e che non sia stato troppo lungo, ma veramente ci sarebbe un libro da scrivere su Perugia e uno sul lago, e sui bellissimi posti che lo circondano.
Umbria questo è amore…amore puro per una terra ricca di storia bellezza e spiritualità!
A presto!
Se vi è piaciuto questo articolo mettete mi piace e se volete commentate commentate commentate!
Per qualunque cosa scrivetemi pure nella pagina contatti, sarò felicissima di rispondervi e aiutarvi se vi servono consigli!
Un abbraccio e alla prossima

lago...

DSC00652


DSC00683

DSC00683


3 Comments
Claudia

2 Febbraio 2016 @ 13:51

Reply

Troppo lungo??? Ma è perfetto! Io leggerei per ore di viaggi… non è mai troppo quando si parla di mete bellissime, in Italia o all’estero.
Poi l’Umbria è talmente ricca, da non bastare mai! Devo assolutamente tornare al Trasimeno: noi siamo stati a Castiglione del Lago, ma voglio vedere Passignano e l’isola maggiore. Se non sbaglio c’è una manifestazione primaverile, dedicata agli aquiloni, proprio sul lago: potrebbe essere una buona occasione per integrare la visita. Grazie dell’idea!
Claudia B.

golosivi

2 Febbraio 2016 @ 19:17

Reply

🙂

Lascia un Commento

* Richiesta informativa sui propri dati personali

*

Accetto

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

author
Di Sano Bio e Gluten Free
Le ultime ricette
Tofu croccante
Mousse al cioccolato vegan-con acqua faba-
Ciccio pancake vegan!
Gli ultimi articoli

Realizzazione siti web SH Web - 2019